Chi Siamo

La pizzeria Ca’ Bala’ nasce il 29 giugno del 1980, dall’idea di Dreon Bettino e Biasin Liliana che, realizzando il loro sogno, aprono la prima pizzeria nel comune di Gruaro, insieme alle loro due figlie.

 

Per questa attività è stata scelta una gestione familiare, presente ancora oggi, nella quale collabora l’intera famiglia, allargata nel corso degli anni dai generi, in un clima di vera serenità.

 

Si è cercato fin dall’inizio di rendere la pizzeria speciale, diversa dalle altre. In questo tentativo l’attenzione è stata rivolta ai salumi, come condimento delle pizze oltre che come antipasto. Ovviamente non si tratta di salumi ordinari, ma di diversa selvaggina, provenienti da varie parti d’Italia come la Sicilia, l’Umbria o la Toscana, per i quali è stata ampliata sempre di più negli anni la ricerca. Inoltre, per i clienti più esigenti è stata ideata la “Pizza del Baffo”, una pizza di doppie dimensioni rispetto ad una comune. Oggi si può affermare che le scelte prese hanno portato un grande successo.

 

Dai tempi dell’apertura le cose si possono definire cambiate. Inizialmente, il locale è nato al di sotto della casa di proprietà ed era composto da una singola sala; negli anni novanta è avvenuto un cambiamento radicale: le sale sono passate da una a tre offrendo complessivamente 150 posti. Il notevole ampliamento non ha tradito però l’aspetto rustico che da sempre domina all’interno e che cerca di emergere in ogni particolare.

 

Un altro aspetto che non ha subito alcuna modifica è l’attenzione per la qualità di ogni singola pizza, utilizzando una pasta classica sottile e cotta in forno a legna.

 

Nel 1996 è avvenuta l’introduzione dei primi piatti a mezzogiorno. A pranzo, infatti, viene offerta un’ampia varietà di spaghetti, tagliolini, tagliatelle, strozzapreti e gnocchi che, in questi anni, hanno attirato un’ampia clientela di operai, banchieri, impiegati della zona, ma non solo, anche tutti coloro che capitano casualmente e desiderano approfittare di un buon piatto caldo.

 

Il locale si interessa al numero sempre maggiore di celiaci, permettendo loro di gustare le medesime pizze, senza eccezioni, osservando scrupolosamente la preparazione separata delle pietanze, secondo le regole di sterilità adeguate. Infatti, qualora sorgesse l’esigenza, i clienti possono portare da casa l’impasto privo di glutine per la pizza; i pizzaioli si occuperanno personalmente di lavorare ed infornare la medesima separatamente e in condizioni di sicurezza dal contatto con gli altri alimenti presenti in cucina.

 

L’attenzione per la qualità e la ricerca nella perfezione in ogni piatto spesso comportano ritardi nelle consegne ai tavoli, i quali però sono dovuti dal tempo richiesto da pizze impegnative, come quelle con svariati ingredienti o dalla stessa “Pizza del Baffo”, ordinate dai clienti.